Autore: SatiYoga

Si completa la Formazione Insegnanti della Scuola Sati

“Dove può ancora condurmi il mio cammino? Stolto è questo cammino, va strisciando obliquamente, forse va in cerchio. Ma vada come vuole,io sono contento di seguirlo.” | Siddharta – Hermann Hesse

Con determinazione, passione ed entusiasmo gli insegnanti formatori di Sati Yoga hanno condotto le loro classi a superare le difficoltà degli ultimi 18 mesi portando a conclusione i corsi di Formazione Insegnanti Yoga di primo livello (RYT 200) e di secondo livello Yoga Terapia (150 ore), due percorsi che erano rimasti in sospeso, con l’impossibilità di completare in presenza ciò che per definizione non può che essere trasmesso fisicamente, attraverso la guida – tangibile – di un maestro e di una maestra Yoga.

Grazie a Cristina, Elisa, Fabio, Gioia, Maddalena e Sara per la perseveranza, la competenza e l’energia profusa in questo impegno nel nome della Scuola Sati Yoga che dal 2015 è attiva nel trasmettere i valori, la storia e la tecnica di questa antichissima disciplina attraverso percorsi teorico/pratici multi-livello fondati sulle pratiche tradizionali dello Yoga, della filosofia e della Meditazione.

Grazie a tutti i partecipanti che con pazienza hanno atteso il completamento di questo loro impegno, iniziato nel 2019 e finalmente portato a compimento.

Grazie a te Silvana, hai piantato il seme più prezioso, la tua Scuola Sati continuerà a fiorire e le persone che la vivono a raccogliere i frutti dei tuoi insegnamenti.

Om Shanti Shanti Om

L’esperienza di Sati Yoga a “Verso Oriente”

Sabato 24 aprile 2021 siamo stati ospiti della Galleria Augeo Art Space a Rimini per parlare dello Yoga e dell’esperienza del centro Sati all’interno della manifestazione “Verso Oriente”.

Il Centro nasce nel 1996 dal coraggio della sua fondatrice Silvana che con grande passione ha trasmesso i valori di questa disciplina per più di vent’anni: lo Yoga come via di salute, come disciplina che ci aiuta a discernere le situazioni della vita.

Grazie di cuore a Fabio Lombardini, Laura Bongiovanni e Gioia Domeniconi che ne hanno parlato con amore e grande conoscenza filtrata da tanto studio ed esperienze di vita, a tutti gli insegnanti che sono il cuore pulsante della scuola, agli organizzatori della manifestazione e a tutti i presenti.

Qui è possibile ascoltare l’intervento in forma integrale:

Sati Yoga è sempre pronta ad accogliervi 🙏
Om Shanti Shanti Shanti Om
 
 

La luce vince su tutto

Oggi 21 dicembre si celebra il solstizio d’inverno, la rinascita del sole e dell’uomo.

Un passaggio importante e simbolico come la ciclicità della vita che dopo una fine trova sempre un nuovo inizio 🙏☀️

Dedichiamo questo splendido tramonto alla nostra Maestra Silvana che è sempre nei nostri cuori

OM SHANTI SHANTI OM 🧡

Un nuovo inizio

Cari amici e care amiche del Sati, siamo lieti di annunciarvi che l’attività del centro riprenderà ‘ nella sede di via Imbriani 3 a Rimini.
Questa nuova avventura è possibile grazie a un gruppo di insegnanti che negli ultimi anni si è formato presso la nostra Scuola di Formazione: persone appassionate e innamorate della disciplina, guidate nel percorso yogico dalla nostra Maestra Silvana.

Claudia, Cristina, Elena, Fabio, Gioia, Laura, Maddalena, Sara Casadei, Sara Piastra, Roberta e Tommaso sono l’energia pulsante di questo nuovo inizio.

Il nostro motto è sempre stato “Yoga, una scelta per la salute”, per questo motivo, le attività del Centro riprenderanno in piena sicurezza seguendo le norme sul distanziamento e le disposizioni anti contagio. La capienza delle classi sarà ridotta rispetto al passato, sarà quindi fondamentale la collaborazione di tutti per praticare in armonia, nel rispetto di sé stessi e degli altri.

OM SHANTI SHANTI OM

Hari Om Silvana 🧡🙏

Non mi accorsi del momento in cui varcai
per la prima volta la soglia
di questa vita

Quale fu la potenza che mi schiuse
in questo vasto mistero
come sboccia un fiore
in una foresta a mezzanotte?

Quando al mattino guardai la luce,
subito sentii che non ero
uno straniero in questo mondo,
che l’inscrutabile, senza nome e forma
mi aveva preso tra le sue braccia
sotto l’aspetto di mia madre.

Così, nella morte, lo stesso sconosciuto
m’apparirà come sempre a me noto.
e poiché amo questa vita
so che amerò anche in morte.

Tagore

 

Silvana Bugli – Fondatrice di Sati Yoga
(1958 – 2020)

Pubblicato in yoga

Gennaio

Dopo le numerose indulgenze di dicembre, gennaio può essere il momento ideale per
dare l’avvio alla nostra disintossicazione.

A9RE0C

Ma il fatto che sia un periodo intenso dell’anno, fa freddo fuori ed è buio per la maggior
parte del giorno, una dieta di frullati e insalate è piuttosto sgradevole e quasi insostenibile.
Quindi la nostra disintossicazione di cinque giorni è una colazione calda e accogliente,
cene calde e abbondanti, e pranzi veloci e semplici.

Aderiamo alle regole base di eliminazione del programma Clean-dieta: no caffeina, alcool,
glutine, zucchero bianco, oli e burri trattati (ad es. Margarina), oli vegetali (ad es. Colza e
mais), mais, crostacei, carne rossa, latticini, ma abbiamo incluso uova per fornire un po’ di
proteine in più.

Prenditi il tuo tempo per preparare una gustosa colazione e una gustosa cena. Cena
almeno 3 ore prima di coricarti.
Sorseggia una tisana digestiva subito dopo il pranzo leggero e una tisana rilassante la sera.

Ecco alcune ricette:

Appena svegli
Un bicchiere abbondante di acqua tiepida con un limone spremuto

Per la colazione
preparare:
1 mela di Fuji, e una carota e tagliate a pezzetti
½ bicchiere d’acqua
1 cucchiaino di zucchero di cocco
¼ di cucchiaino di cannella in polvere
½ tazza di fiocchi di avena
2 cucchiai di noci tritate tostate

1. Unire la mela a cubetti, l’acqua, lo zucchero di cocco, la cannella in una
piccola casseruola a fuoco medio. Portare il composto a ebollizione, abbassare il fuoco al
minimo, coprire e far sobbollire per 5 minuti.

2. Aggiungere l’avena,  ½ tazza d’acqua e fate sobbollire a fuoco basso,
mescolando spesso, per 10 minuti. Aggiungi più acqua o un po ‘di latte di mandorle se ti
piace una consistenza leggermente più lunga.

3. Trasferire in una ciotola e aggiungere le noci tritate tostate, un pizzico di zucchero di
cocco e un pizzico di cannella.

Alcuni spunti per la cena
I ceci sono un’ottima alternativa proteica da alternare alle uova.

A9RE0E

Insalata nizzarda detox
non ti mancheranno le patate quando avrai del cremoso avocado nel mix.

preparare
per l’insalata di tonno:

1 scalogno piccolo, tritato
1 cucchiaio di capperi
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 barattolo di tonno di buona qualità confezionato in olio d’oliva
2 cucchiai di succo di limone

per il condimento:

1 cucchiaio di prezzemolo tritato
2 cucchiai di succo di limone
4 cucchiai di olio d’oliva
½ cucchiaino di sale
½ cucchiaino di pepe nero

per l’insalata:

1 tazza di foglie di rucola
1 tazza di foglie di radicchio affettate finemente
½ tazza di fagioli verdi, sbollentati
1 piccolo avocado, affettato sottilmente
2 uova bollite da 8 minuti, aperte
2-4 cucchiai di olive nere affumicate snocciolate (o le tue olive preferite)

1. Unire lo scalogno, i capperi, il prezzemolo e il tonno con il succo di limone e una
spruzzata di olio saporito dalla scatola di tonno. Accantonare.

2. Per preparare il condimento, mescolare tutti gli ingredienti in una piccola ciotola.

3. Per assemblare, mescolare la rucola, il radicchio e i fagiolini con metà della miscela di
tonno. Disporre l’avocado, le olive e l’uovo sodo sopra e finire con l’insalata di tonno
rimanente.

A9RE10

Tacchino e peperoncino dolce

Considerando quanto sia facile, questa ricetta offre davvero sapore. Lo faremmo anche se
non stessimo disintossicando! Può sembrare un sacco di spezie, ma in assenza di
peperoni freschi e pomodori, questo soffritto dà al peperoncino la sua profondità.

Per 4-6 persone
3 cucchiai di olio d’oliva
1 cipolla gialla grande, tagliata a dadini
4 spicchi d’aglio, tritati
½ peperoncino tritato
1 cucchiaino di peperoncino in polvere
1 cucchiaino di cumino macinato
2 cucchiaini di paprika dolce
½ cucchiaino di pepe di Cayenna
1 cucchiaio di sale

Tacchino macinato o tofu sbriciolato
2 patate dolci di media grandezza, sbucciate e tagliate a cubetti
1 litro di brodo vegetale
1 confezione di fagioli neri, scolati e sciacquati
1 confezione di fagioli pinto borlotti, scolati e sciacquati
avocado, coriandolo e scalogno affettato per servire
1. In una padella pesante, riscaldare l’olio d’oliva a fuoco medio.
2. Aggiungere la cipolla, l’aglio, il peperoncino serrano, il peperoncino in polvere, il cumino,
la paprika, il pepe di Caienna e il sale. Cuocere fino a quando è fragrante, circa 15-20
minuti.
3. Aggiungere il tacchino macinato o il tufo e cuocere fino a quando non si sbriciola. Aggiungere le
patate dolci e il brodo vegetale e portare a ebollizione, quindi coprire e lasciare cuocere
per altri 20 minuti
Aggiustare con sale e spezie e guarnire con avocado, coriandolo e scalogna.

Cavoletti di Bruxelles arrosto con noci e limone
preparare 500g di Cavoletti di Bruxelles, gambo tagliato e tagliato a metà
Olio d’oliva
Sale grosso e pepe macinato fresco
2 cucchiaini di succo di limone appena spremuto
½ tazza di noci, tostate, tritate grossolanamente

1. Preriscaldare il forno a 190°
2. Disponi nel forno i cavoletti di Bruxelles con olio d’oliva sale e pepe. Cuocere per circa
15-20 minuti fino a quando diventa marrone croccante
3. Quando è pronto aggiungi il limone e le noci   quindi

Buon Appetito

Silvana

Meditazione: niente di sensazionale

C’è il vento, il fruscio delle foglie, la luminosità della stanza, il respiro, il colore del pavimento di legno, il respiro, le mani immobili, il battito del cuore. C’è la saliva che si raccoglie in bocca, e poi il movimento per inghiottirla. Che cos’è che rende tanto difficile essere in contatto con ciò che è reale, con ciò che è veramente qui, in questo momento, per quanto poco sensazionale possa essere?

È questo uno dei nostri problemi. Il fatto che per essere in contatto con la realtà ci aspettiamo qualcosa di sensazionale, qualcosa di fuori dell’ordinario.

E così evitiamo di stare con i piedi per terra, poggiati sul suolo più ordinario che si possa immaginare, un sentiero fangoso, un pavimento di legno, un tappeto.

Ieri sera, in una delle stanze dove ci raduniamo per gli incontri, c’era una lampada su un tavolo e, proprio sotto, una piantina con le foglie di un verde intenso come tante piccole lingue sporgenti dal vaso, e qualche fiore rosso, così rosso che più non si può, con dentro dei pallini gialli. Semplicemente questo. Riusciamo a vederlo e a non aspettarci che ci serva a qualcosa? Riusciamo a vederlo semplicemente, ad ascoltarlo, a sentirlo completamente?

E insieme, c’è il respiro, il suono del vento, il ticchettio dell’orologio, e il battito del cuore. È possibile che sia presente anche un senso di incertezza o di calma. L’intero universo è presente, la meraviglia dell’universo, non il concetto di universo. Semplicemente l’aria, il suolo, il cielo, la notte, le stelle e le luci di Springwater.

Toni Parker

Il processo depurativo per la primavera

Il limone, è un vero e proprio alimento-medicina che, utilizzato nel modo giusto, vi consentirà di fare un bel passo avanti sulla strada del benessere.

Il limone possiede numerose altre proprietà benefiche: è battericida e antisettico, antireumatico e antiurico, diuretico e dimagrante, antiemorragico, antidiarroico e antisclerotico, ipotensivo ed epatoprotettore. Il succo di limone si rivela prezioso in tutte le infezioni (respiratorie, urinarie, vaginali, ecc.), in tutte le patologie che colpiscono le articolazioni (come, ad esempio, le artriti, le artrosi e la gotta), nelle ritenzioni idriche, nel sovrappeso e nell’obesità, nella fragilità capillare e nella tendenza alle emorragie, nel diabete e nell’arteriosclerosi, nell’ipertensione arteriosa, nelle manifestazioni cutanee come gli eczemi, l’acne e la seborrhea.

Nessuna meraviglia, dunque, che un frutto dotato di grandi potenzialità riequilibranti e preventive sia diventato il fulcro di rilevanti pratiche igieniche definite come “cura del limone”.

La cura consiste nel bere ogni mattina, rigorosamente a digiuno, la spremuta di unl imone puro,  diluito in acqua. Aspettare almeno 30 minuti prima di fare colazione o assumere altre bevande o cibi.
Ogni giorno si aumenterà progressivamente la dose di un limone fino al metà della cura.
Raggiunta la dose di 7 limoni, si comincerà a diminuire la dose giornaliera progressivamente di un limone al giorno.

Cura depurativa leggera:

Calendario da 1 fino a 7 limoni al giorno per 21 giorni

(compresi 6 giorni di mantenimento)

1° giorno: il succo di 1 limone

2° giorno: il succo di 2 limoni

3° giorno: il succo di 3 limoni

4° giorno: il succo di 4 limoni

5° giorno: il succo di 5 limoni

6° giorno: il succo di 6 limoni

7° giorno: il succo di 7 limoni

8° giorno: il succo di 7 limoni

9° giorno: il succo di 6 limoni

10° giorno: il succo di 5 limoni

11° giorno: il succo di 4 limoni

12° giorno: il succo di 3 limoni

13° giorno: il succo di 2 limoni

14° giorno: il succo di 1 limone

Mantenimento (5 giorni)

15° giorno: il succo di 1 limone

16° giorno: il succo di 1 limone

17° giorno: il succo di 1 limone

18° giorno: il succo di 1 limone

29° giorno: il succo di 1 limone

20° giorno: il succo di 1 limone

Cura depurativa completa :

(compresi 6 giorni di mantenimento)

1° giorno: il succo di 1 limone

2° giorno: il succo di 1 limoni

3° giorno: il succo di 1 limoni

4° giorno: il succo di 2 limoni

5° giorno: il succo di 2 limoni

6° giorno: il succo di 2 limoni

ecc. Fino a 7 limoni per 3 giorni

poi 6 limoni per 3 giorni e così via fino a 1 limone

per una settimana come mantenimento.

Non spaventatevi per le quantità e soprattutto non preoccupatevi per il vostro stomaco!

Ricordatevi sempre che, contrariamente a quanto in genere si è soliti pensare, il limone è un naturale antiacido gastrico.

TISANA DEPURATIVA

1° TISANA

TARASSACO           30g

CARDO MARIANO    30g

CARCIOFO              20g

BARDANA               20g

FINOCCHIO             20g

MENTA                    20g

2° TISANA

CARDO MARIANO     60g

CURCUMA (rizoma)   40g

Preparare per infusione: versare 250 ml di acqua bollente su un cucchiaio da minestra di preparato.

Portare a raffreddamento e filtrare. Assumere da una a tre tazze di tisana per il fegato al giorno.

OM SHANTY SHANTYHI

Silvana

Seguici su Facebook

Ultimi Articoli

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.